07-Matrimonio-buffet-o-cena-placée

Matrimonio in vista: buffet o cena placée?

Placée o buffet? Fa anche rima! Queste due belle paroline, però, nascondono uno dei più grandi dilemmi dell’organizzazione di un matrimonio: meglio offrire un pranzo o una cena seduti o un buffet dove muoversi più liberamente? Dare retta ai genitori che spingono per soluzioni più classiche e collaudate o lasciarsi trasportare dal vento del cambiamento e delle novità? La cosa migliore è sempre quella di farsi consigliare da chi si occuperà del vostro catering. Detto questo, intanto, possiamo darvi qualche input!

Le soluzioni in cui gli ospiti siedono al tavolo e vengono serviti sono quelle che offrono maggiore comodità. Anche queste, però, nascondono comunque alcune insidie! La prima di tutte è l’eccessivo prolungarsi del banchetto che non dovrebbe mai superare le quattro ore totali. Come ovviare a questo inconveniente? Prima di tutto assicurandosi che il servizio sia impeccabile e veloce, risultato che si ottiene solo quando il personale è in numero sufficiente e professionale. Attenzione quindi ai prezzi troppo bassi! Camerieri improvvisati o una cucina male organizzata, possono rendere il vostro banchetto un vero disastro. Un’altra soluzione è quella di organizzare sia l’aperitivo che il momento dei dolci con un buffet. In questo caso l’aperitivo sconfina nell’antipasto cosicché saranno servite al tavolo solo le portate principali come primi e secondi. Si può fare la stessa cosa per i dolci che precedono la torta nuziale ai quali si può aggiungere della frutta fresca.

Il buffet è, indubbiamente, una soluzione più informale e dinamica che si presta a tantissime varianti. Non pensate, però, ai rigidi buffet di una volta con il lungo tavolo delle pietanze e l’altrettanto lunga fila degli ospiti con il piatto in mano! Per questo oggi si predilige dividere il buffet in diversi tavoli che nella loro versione più completa diventano vere e proprie ‘isole a tema’. Si tratta di postazioni dislocate in vari punti della location, ognuna delle quali è caratterizzata dalla sua specifica offerta gastronomica! Le isole più classiche sono quelle dei salumi e dei formaggi da accompagnare con tipi diversi di pane e focacce. E’ altrettanto comune e quasi indispensabile, anche l’angolo da dedicare ai fritti con pesce, verdure, carne, mozzarella. In questo caso non ci sono limiti alla fantasia ma una regola è assolutamente inderogabile: deve essere preparato al momento per assicurare fragranza e croccantezza. Tra le isole gastronomiche una delle più apprezzate è quella dedicata al pesce. Ed anche qui ci si può sbizzarrire! Si possono scegliere prodotti locali e preparazioni tipiche ma, visto che sono tanto di moda, perché non prevedere anche sushi e sashimi? Se poi volete farvi ricordare con un vero e proprio coup de théâtre perché non organizzate, tra le vostre isole, anche uno o più show cooking? Potrebbe essere proprio il caso del sushi ma se volete andare più sul tradizionale potreste optare per un maestro casaro che prepara mozzarella, un esperto di risotti o un mago della griglia. Anche i drink possono essere serviti con la modalità delle isole. Via libera quindi a open bar, degustazioni di vini locali, bollicine per tutti i gusti ed amari.

Se vuoi scoprire quali sono i 10 punti fondamentali per organizzare un evento indimenticabile, scarica la nostra Guida Gratuita cliccando QUI.

 

Author: catering

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.