Catering ed eventi nella fase 3

Catering ed eventi nella fase 3: tra balli proibiti e distanziamento sociale!

A che punto siamo con la fase 3 per quanto riguarda le attività che ruotano intorno a cerimonie ed eventi? Dopo il brusco stop dello scorso marzo, grazie al decreto del 15 giugno si è potuti tornare ad organizzare cerimonie, banchetti e feste.  Quindi, tutto come prima? Purtroppo no. L’emergenza COVID19 non è ancora terminata e le regole da seguire sono ancora tante. Nonostante questo c’è un ampio margine entro il quale muoversi e rimandare il tutto a chissà quando non è più l’unica soluzione! Ci sembra proprio una bella notizia, una boccata d’ossigeno, uno sguardo di speranza verso il futuro.  Sappiamo tutti che per ora niente è come prima, ma abbiamo bisogno di punti dai quali ripartire, per metterci di nuovo in moto! Le aziende hanno bisogno di tornare a lavorare, a convogliare di nuovo tutta la loro passione ed il loro impegno in quello che sanno fare meglio. Tutti noi abbiamo bisogno di tornare a festeggiare, piccoli come grandi traguardi e ricorrenze: il compleanno, l’anniversario ma anche il matrimonio e la comunione.

Come dicevamo le regole ci sono ma tutto sommato, rendono gli eventi fattibili. Vediamo un po’ in breve quali sono i punti cruciali, se poi avete voglia di documentarvi con più precisione potete sempre andare a leggervi direttamente il decreto. (https://www.gazzettaufficiale.it/)

Prima di tutto buone notizie per gli sposi: non dovranno più indossare la mascherina durante la cerimonia. Già questo renderà felici tante coppie e soprattutto le spose: chi può volere foto ricordo con la mascherina se pur di pizzo? Gli invitati, invece, dovranno indossarla quando non è possibile il distanziamento di almeno un metro e soprattutto nei luoghi chiusi. Ovviamente durante il banchetto si potrà togliere! A proposito di banchetto… l’organizzazione dei tavoli già resa ardua da zie che si stanno reciprocamente antipatiche, da cugini chiassosi che tendono ad alzare il gomito e da bambini ingestibili viene resa ancora un pochino più difficile dalle regole imposte dall’emergenza COVID19:  tra i commensali sarà obbligatorio, infatti,  il distanziamento di almeno un metro a meno che non si tratti di conviventi. Meglio quindi riunire i nuclei familiari e prediligere gli spazi all’aperto, che tra le altre cose d’estate sono quanto di meglio ci possa essere!

Saranno possibili solo cene e pranzi serviti? I buffet sono proibiti? Per fortuna no, quindi si può ancora scegliere tra l’uno e l’altro. Ovviamente nel caso dei buffet, le norme igieniche e le regole per evitare assembramenti si fanno ancora più stringenti. Il self-service, per esempio, è possibile solo a patto che vengano distribuiti cibi monoporzione, come nel caso di finger-food già predisposto in vaschette ecc. Via libera invece al buffet servito dagli addetti in modo da evitare che gli ospiti possano toccare cibi e stoviglie senza le dovute precauzioni che, invece, gli incaricati del catering conosceranno bene! Bisognerà inoltre cercare di evitare assembramenti durante l’attesa del proprio turno e comunque in quel momento si dovrà sempre indossare la mascherina! Che ne dite? A noi sembra fattibile! Certo ci vuole un po’ di pazienza ed un po’ di spirito di adattamento ma dopo quello che abbiamo passato nel lockdown ce la possiamo fare di sicuro!

Balli proibiti per il momento, così come nelle discoteche e nelle balere… almeno fino al 15 luglio. Quindi se il vostro evento è successivo a questa data state in campana perché i ‘dirty dancing’ potrebbero non essere più tali ed essere permessi! I musicisti potranno invece salire sul palco ed intrattenere gli ospiti mantenendo comunque le distanze tra i membri della band ed indossando la mascherina prima dell’inizio della performance.

Avete visto? Piano piano si può tornare a fare quasi tutto ma soprattutto si può tornare a festeggiare! Tutto questo ci è mancato tantissimo, ha messo in crisi le aziende ed i lavoratori del settore catering ma adesso si comincia davvero a vedere la luce in fondo al tunnel. Ora più che mai è diventato necessario rivolgersi a professionisti seri e preparati che oltre alla qualità siano attentissimi a tutte le norme di sicurezza imposte dall’emergenza che stiamo vivendo. Non è davvero il momento del fai da te o dell’improvvisazione! Quindi se ancora non avete organizzato il vostro evento date un’occhiata alle aziende del portale TrovailtuoCatering dove troverete tutto ciò che vi serve!

Se vuoi scoprire quali sono i 10 punti fondamentali per organizzare un evento indimenticabile, scarica la nostra Guida Gratuita cliccando QUI.

 

Author: catering

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.